Infanzia, l’assessore Ruvioli alla consegna dei “regali sospesi” dell’Unicef

condividi news

I bambini di sei case protette e case rifugio hanno ricevuto i cofanetti del “Regalo sospeso”, l’iniziativa lanciata ogni Natale dall’Unicef in tutta Italia in collaborazione con la Clementoni.

La consegna è avvenuta stamattina nella sede provinciale dell’organizzazione, alla presenza dell’assessore comunale alle Politiche sociali, Barbara Ruvioli, e della presidente nazionale Unicef, la siracusana Carmela Pace.

I cofanetti sono andati a CAS per Famiglie e alla comunità alloggio “ Oreb” di Siracusa; alla casa famiglia Isola Felice e alla cooperativa sociale Sodalis di Floridia; alla comunità alloggio Coira di Palazzolo Acreide; alla comunità alloggio Il Sorriso di Priolo.

L’assessore Ruvioli si è congratulata con l’Unicef evidenziando l’importanza di dare un aiuto concreto a bambini che si trovano in condizioni di disagio. «Il gioco – ha detto – non è solo un momento di svago ma un passaggio fondamentale per la crescita dei più piccoli. Per bambini costretti a una vita spesso complicata è l’occasione per distrarsi  e calarsi nella loro età».

«Con questo evento – ha affermato la presidente Pace – riconosciamo uno dei diritti dei minori perché tutti i bambini devono potere accadere al gioco. Siamo orgogliosi e lieti che Siracusa offra strumenti di solidarietà a chi è in difficoltà e vive disagi, con particolare  riferimento al mondo dell’infanzia che è la mission di Unicef. Ringrazio in particolare i Vigili del Fuoco, ambasciatori Unicef nel  mondo, presenti alla cerimonia di stamattina».

I “regali sospesi” sono speciali cofanetti creati con la collaborazione dello street artist romano Merioone, dedicati al tema dei diritti dell’infanzia. Sono stati realizzati con materiali di riciclo e ciascuno contiene: pennarelli, un activity book, un puzzle e un gioco memo.

Altri Articoli

invia segnalazioni