auteri-fdi-il-campo-da-calcio-di-floridia-abbandonato-da-anni-al-lavoro-per-trovare-risorse

Auteri (FdI): “Il campo da calcio di Floridia abbandonato da anni, al lavoro per trovare risorse”

condividi news

“Mettere da parte ideologie politiche e partitiche per ridare a Floridia il campo da calcio che merita, per la sua storia.”
Il deputato regionale di Fratelli d’Italia, Carlo Auteri, si rivolge al sindaco di Floridia Marco Carianni.
“Penso di portare un cognome, con mia zio Vittorio e mio cugino Gaetano, che ha fatto la storia del calcio siracusano e in particolare di Floridia – ricorda – per 40 anni mio zio ha gestito la squadra locale, che ha avuto momenti importanti nella storia sportiva con tanti anni tra Promozione ed Eccellenza e una parentesi nella vecchia quarta serie (poi C1) negli anni ’60”.
Storia, però, perché l’attualità dice altro. Oggi il campo, che dovrebbe rappresentare un luogo importante di aggregazione, è abbandonato a sé stesso.
“Quante generazioni sono passate da lì, alcuni hanno fatto carriere calcistiche importanti tra gli allenatori (vedi Gaetano) e tra i calciatori – aggiunge Auteri -. Il campo sportivo è un luogo fondamentale per i più giovani ed è impensabile che a Floridia sia chiuso da tanti, troppi anni. Sono passate due sindacature e oggi neanche il sindaco Marco Carianni, che si sta impegnando per la città, sembra in grado di trovare un modo per farlo riaprire. È impensabile che Floridia non abbia una struttura pubblica in grado di far allenare e crescere piccoli e grandi calciatori, che devono rivolgersi a privati. Le società hanno anche venduto il titolo, non avendo alcun supporto o interesse a investire. So che il deputato di riferimento del sindaco Carianni è Tiziano Spada, all’opposizione del Governo Schifani, ma voglio ricordare al primo cittadino che può fare riferimento anche a me per riuscire a raggiungere questo e altri obiettivi per il bene di Floridia. In ogni caso, sono già al lavoro per trovare risorse e per far finanziare il campo sportivo. Oltre ai grandi slogan, infatti, c’è bisogno di azioni concrete e dell’aiuto di tutti”.

Altri Articoli

invia segnalazioni