Direzione Sanremo 2023, tornano con “Splash” i “leggerissimi” Colapesce e Dimartino

condividi news

L’edizione 2021 del Festival della Canzone Italiana di Sanremo li vide senza dubbio tra i protagonisti assoluti, lanciando un tormentone, corredato di balletto, davvero irresistibile; quest’anno il duo siciliano Colapesce e Dimartino è pronto a tornare con la canzone in gara “Splash”.

Lorenzo Urciullo, di Solarino, in arte Colapesce, e Antonio Di Martino, palermitano conosciuto semplicemente come Dimartino, fanno coppia fissa musicale dal 2020 e si sono ritagliati, con merito, uno spazio autorevole nel panorama della musica pop italiana.

“Splash” è un brano in stile “battistiano” con gli arrangiamenti degli archi di Davide Rossi, che aveva già contribuito al successo di “Musica leggerissima” (Lo ricordiamo, 5 dischi di platino e oltre 150 milioni di streaming).

Non sarà semplicissimo replicare quel successo – ammettono i due artisti siciliani – con Musica leggerissima è successo qualcosa di magico, ma siamo tranquilli. E non abbiamo niente da perdere, anzi. Siamo sicuri che ci porterà solo qualcosa di positivo“. Ma il brano scritto dai due cantautori e prodotto da Federico Nardelli e Giordano Colombo parla proprio di come affrontare il peso delle aspettative, di come queste influenzano la nostra vita. “Ci riempiamo la vita di orpelli, perché il vuoto ci spaventa. Viviamo il lavoro come rifugio dalle avversità di tutti i giorni, per non pensare veramente a come stiamo“, spiegano Lorenzo e Antonio che non nascondono di aver pescato nella storia del cantautorato italiano. “Splash” è un tuffo, metaforico e non, nella memoria collettiva: un omaggio alla coppia Battisti-Mogol, a Domenico Modugno, a Luigi Tenco. “Da sempre camminiamo nel solco della tradizione. Battisti è stato così fondamentale che il 90% della musica ne ha risentito.”

Quello che cerchiamo di fare – affermano convinti Colapesce e Dimartino – è dare nuova vita al cantautorato, che si è arenato agli anni Settanta e vive di rendita sembrando sempre una copia di qualcos’altro. Attualizzarlo e rigenerarlo, nella produzione e nei temi, che sono stati troppo a lungo autoreferenziali. I giovani non ci si identificano più e il rap oggi è il nuovo cantautorato“.

Anche le indiscrezioni della stampa dopo il preascolto delle canzoni confermano che Splash potrebbe diventare il nuovo tormentone di questo Sanremo 2023, non ci resta che attendere ormai soltanto qualche settimana.

Altri Articoli

invia segnalazioni