fbpx

Sultans of swing

L’epico lupo di mare dei Procol Harum

Praticamente i Procol Harum non esistevano come gruppo quando esplosero, conquistando giustamente tutte le classifiche del mondo con quel pezzo pazzesco che è “A wither shade of pale”. C'era Gary Brooker, compositore, voce e tastiere e dei musicisti che ruotavano in studio e c'era Keith Reid che scriveva i testi. Poi il gruppo si consolidò …

L’epico lupo di mare dei Procol Harum Leggi altro »

L’amore dannato ed estremo di Wycleaf e Mary J.

A me piacciono le canzoni d'amore estremo, dannato e disperato, quelle drammatiche, che siano lente o ballabili. Trovo che gli amori perduti siano materiale perfetto per le song. Qualche giorno fa vi ho proposto quel gioiello di “Bugiardo e incosciente” di Mina, ma si può essere disperati anche a ritmo disco come la mitica “I …

L’amore dannato ed estremo di Wycleaf e Mary J. Leggi altro »

L’emozionante “Personal Jesus” di Cash e Frusciante

Prendi una canzone iconica dell'aspro rock europeo degli anni '80, martellante, ruvida, comandata dalle percussioni basilari e ossessive, una canzone aggressiva su chi si propone come il tuo dio privato, quello che ascolta le tue preghiere e si prende cura di te. Prendi quella canzone portala nell'America profonda, toglile le percussioni, toglile il ritmo affidane …

L’emozionante “Personal Jesus” di Cash e Frusciante Leggi altro »

Conte, Lauzi e lo straordinario naufragio di “Onda su onda”

Questa imbarazzante rubrica un lato vagamente interessante (almeno per me che la scrivo) ce l'ha. E' una sorta di viaggio fra i meccanismi evocativi della musica, cioè quello che la musica evoca e ciò da cui la musica viene evocata. La song che vi propongo oggi è una bellissima e ironicissima canzone del primo album …

Conte, Lauzi e lo straordinario naufragio di “Onda su onda” Leggi altro »

Quando Eric “Shot the Sheriff” di Marley

Avrei voluto sbolognarvi oggi la versione originale della Filanda, quella di Milva per capirci, che è un Fado e anche l’unica canzone portoghese che conosco e che ascoltai una notte a Oporto. Ma, diversamente dal mio Milan che ieri col Porto ha perso, voi siete fortunati perché a ispirarmi la song è stata invece l’Inter …

Quando Eric “Shot the Sheriff” di Marley Leggi altro »

Anche da noi “el pueblo unido jamas serà vencido”

E lo so che non c’entra niente, e lo so che anche io come il cucciolo Alfredo di Dalla a un certo punto ho pensato “la musica andina che noia mortale”, ma se non la metto oggi questa come songonftheday quando mi ricapita? E vabbè sti sindaci non sono proprio la controfigura di Che Guevara, …

Anche da noi “el pueblo unido jamas serà vencido” Leggi altro »

Dagli immensi De Andrè e Villaggio il più grande Carlo Martello

Non li conosceva nessuno nel 1962 due scavezzacollo genovesi, poco più che ventenni. Uno voleva fare il cantautore, l’altro l’attore. Erano amici e compagni di bisbocce. Il futuro cantautore aveva inventato una musica sul modello delle arie medioevali, il futuro attore gli costruì sopra un testo aulico e sarcastico. Nacque così un capolavoro assoluto della …

Dagli immensi De Andrè e Villaggio il più grande Carlo Martello Leggi altro »

Adele, ti prego sii una stella non una cometa

L’ho già raccontata questa, ma repetita juvant.  Adele mi ha conquistato in tre minuti. Ero in ufficio con mtv messa piano di sottofondo. A un certo punto arrivò lei. Alzai la testa dalle carte e la vidi. Signorina dal volto bellissimo, dalla silhouette abbondante, dalla voce incredibile. La canzone era “Rolling in the deep”, maestosa. …

Adele, ti prego sii una stella non una cometa Leggi altro »

La borsa verde che “Le Iene” resero mitica

Nel mondo questa “Little green bag” (piccola borsa verde) non l’avrebbe conosciuta quasi nessuno. Giusto in Olanda e in Belgio s’era sentita un po’ alla fine degli anni ‘60. E si narra che un giovane regista americano appassionato di musica la sentì proprio ad Amsterdam in un negozio di dischi. Di lì a poco quel …

La borsa verde che “Le Iene” resero mitica Leggi altro »

Bastaaaaaaa se censurate la cinquantenne “Brown Sugar” Trasformate “Heroine” in Aspirine e “Cocaine” in Tachipirin

Non era bastata Jessica Rabbit coperta con un impermeabile, non era stato sufficiente Superman bisessuale, il politicamente idiota made in USA è tracimato nel rock’n roll, che è, cioè dovrebbe essere, il tempio del politicamente scorretto, dello sconcio, del volgare, del sesso esplicito.  Dovrebbe. Ma abbiamo letto ieri che i vecchi Rolling Stones hanno messo …

Bastaaaaaaa se censurate la cinquantenne “Brown Sugar” Trasformate “Heroine” in Aspirine e “Cocaine” in Tachipirin Leggi altro »