fbpx
<

Approvata la Costituzione Italiana

La nostra Costituzione è nata subito dopo la seconda guerra mondiale. L’Italia usciva sconfitta dalla guerra e aveva bisogno di riorganizzare il proprio ordinamento dopo 20 anni di dittatura fascista. Il 2 giugno 1946 si svolse un referendum per scegliere quale forma di governo dare al paese: Monarchia o Repubblica. Fu scelta la Repubblica.In occasione del referendum i cittadini elessero l’Assemblea Costituente con il compito di scrivere la nuova Costituzione. Il 22 dicembre del 1947 nel palazzo romano di Montecitorio , l’Assemblea Costituente, approva la Costituzione della Repubblica Italiana.

A scrutinio segreto votano a favore in 453 , i contrari sono 62 .

La Costituzione della Repubblica Italiana è la legge fondamentale dello Stato Italiano, che in quanto tale occupa il vertice della gerarchia delle fonti nell’ordinamento giuridico della Repubblica: considerata una costituzione scritta, rigida, lunga, votata, compromissoria, laica, democratica e tendenzialmente programmatica, è formata da 139 articoli e di 18 disposizioni transitorie e finali.

Promulgata dal capo provvisorio dello Stato , Enrico De Nicola il 27 dicembre del 1947, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 298, edizione straordinaria, dello stesso giorno, ed entrata in vigore il 1º gennaio del 1948, ne esistono tre originali, uno dei quali conservato presso l’archivio storico della Presidenza della Repubblica Italiana.

Condividi: