Politica, i Dem Nicita e Lima tra il ricordo dei fatti di Avola e la lotta a ogni forma di sfruttamento

condividi news

La memoria storica come terreno fertile per la giustizia sociale

 

“55 anni sono passati dalla strage di Avola, quando si sparò sui braccianti in sciopero provocando morti e feriti. Ricordare è necessario, soprattutto è necessario ricordare come la lotta allo sfruttamento sia la battaglia centrale per costruire un Paese migliore e più giusto.55 anni dopo ancora il caporalato inquina le nostre campagne, ancora raider, precari di ogni sorta, uomini e donne senza garanzie di retribuzione e diritti vivono condizioni non distanti da quelle dei braccianti di 55 anni fa”. Lo dichiarano il senatore Antonio Nicita e Sergio Lima, componente della Direzione nazionale Dem, che questa mattina hanno partecipato alla commemorazione dei due braccianti agricoli uccisi nel 1968, mentre protestavano assieme a tanti altri per rivendicare un un salario adeguato.

Nicita, Lima e Glenda Raiti, componente della segreteria regionale del PD Sicilia, hanno deposto una corona di fiori sul luogo della strage.

“Ricordare oggi i fatti di Avola significa, quindi, – concludono Nicita e Lima – fare doverosa memoria. E, contemporaneamente, ricordare quanto ancora ci sia da fare per la dignità di migliaia di lavoratori e lavoratrici”.

Altri Articoli

invia segnalazioni