fbpx
<

Arrivati (e non sono male) i nipoti dei veri “Ghostbuster”

Cioè immaginatevi oggi una clip musicale in cui partecipano per dire una sola parola, rispondendo a una domanda (Who ya gonna call?), personaggi come Chevy Chase, Irene Cara (la cantante di Flashdance), John Candy, Danny DeVito, Carly Simon, Peter Falk e Teri Garr (la Inga di Frankestein Junior). E quale poteva essere la risposta (alla domanda “chi devi chiamare”)? Ovviamente “Ghostbuster”!
Questo per introdurre che ieri sera sono andato a vedere “Ghostbuster Legacy” sequel generazionale del capolavoro del 1984, e che tuttavia la song di oggi non può che essere l’unica, originale soundtrack di Ray Parker Jr, la mitica vera “Ghostbuster” che troneggia sui titoli di coda del nuovo film a significare un legame saldo fra i “nonni” e i “nipoti” acchiappafantasmi.
La song è celeberrima, il video non è da meno, alternando immagini del film con una narrazione in cui Ray fa il fantasma facendo inquietare una bella ragazza in una casa infestata.
E parlando di quel film mitico non posso fare a meno di pensare quanto più fenomenale sarebbe stato se uno dei quattro acchiappafantasmi fosse stato quello per cui il film era stato pensato, John Belushi, che se ne andò mentre Dan Aykroyd stava scrivendo la sceneggiatura, lasciando il film e tutti noi orfani del suo folle audacissimo talento.
Il film nuovo non è male, gioca tutto sui rimandi all’originale (se non hai visto quello di 30 e passa anni ti perdi forse il meglio) i nuovi attori sono bravi, specie i ragazzi protagonisti, i vecchi ghostbuster ci regalano un cameo di gruppo quasi commovente. E aspettate che termini la song alla fine che arriva anche, bella come se il tempo non fosse mai passato, Sigourney Weawer
Who ya gonna call? Ghostbuster

Condividi: